Chiara Ferragni, ecco le sue infradito: schiaffo alla miseria, quanto costano queste ciabattine

chiara_ferragni_collezione

Fanno ancora discutere i prezzi degli oggetti firmati Chiara Ferragni. L’ultimo articolo della linea dell’influencer milanese altro non è che un paio di infradito di gomma con l’immancabile occhio. Il tutto per la “modica” cifra di 49 euro. “Infradito in gomma con motivo floreale.

Dettaglio ‘Logomania’ sulle fascette e attorno alla suola”, si legge nella descrizione apparsa sul sito. Le flip-flop, disponibili in rosa, nero e fantasia floreale, nonostante la polemica sono già sold out. Molte però le critiche “50 euro un paio di infradito di gomma? Una follia”. E ancora: “Sono troppo costose”. E in effetti quei 49 euro per delle ciabatte, solitamente usate in spiaggia, fanno accapponare la pelle.

La polemica non è comunque nuova. Poco fa la moglie di Fedez ha lanciato la borsa da mare in “100 per cento cotone”. Quest’ultima, disponibile in arancio, rosa o azzurro, non è da meno rispetto alle infradito. Il suo prezzo era infatti di 175 euro. Una cifra a dir poco elevata visto e considerato che si tratta di un accessorio da mare, ma che non ha frenato i fan ad acquistarla. “È già sold out, non è giusto”, commentavano. Stesso discorso per la borraccia in alluminio e con il logo del suo gruppo in rosa. Anche il questo caso l’oggetto è sparito dalle vandite, perché terminato, in appena 50 minuti. Peccato però che il costo fosse di soli – si fa per dire – 39 euro.

Tutti soldi che rimpinguano le tasche della Ferragni. L’influencer vanta infatti oltre 11 milioni di euro di fatturato per l’attività pubblicitaria, i post e le stories su Instagram. Per non parlare poi del marchio Chiara Ferragni Collection, gestito dalla Fenice srl, più la Tbs Crew che se accorparti portano il fatturato del 2019 a 20 milioni di euro. Ora è tutto chiaro.

Chiara Ferragni, ecco le sue infradito: schiaffo alla miseria, quanto costano queste ciabattineultima modifica: 2021-05-17T11:00:06+02:00da vita-vip
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment