Amadeus: pronto per il terzo Sanremo?

sanremo-amadeus-

Si ricomincia a parlare di Festival di Sanremo. Già dall’ultima edizione, i vertici Rai hanno subito espresso la loro preferenza nei confronti di un Amadeus ter, su apprezzamento anche del pubblico che ha amato i Festival proposti negli ultimi due anni.

In conferenza stampa per Arena ’60 ’70 ’80, serate evento che si svolgeranno in settembre e saranno condotte da Amadeus, lo showman ha svelato che sarebbe lieto di condurre il prossimo Sanremo, se sarà davvero il Festival della rinascita.

Quelli di Amadeus sono stati Festival di rottura con il passato, con uno svecchiamento generale della kermesse, a partire dai big in gara che hanno quasi tutti conquistato il pubblico in modo trasversale, lanciando numerose hit e avvicinando al Festival anche le fasce più giovani, grandi assenti tra gli spettatori di Sanremo.

Amadeus verrà anche ricordato per aver portato sul palco dell’Ariston i Maneskin, che non solo hanno vinto l’edizione del 2021, ma sono arrivati in Europa e si sono portati a casa anche la vittoria dell’Eurovision Song Contest.

Con non poche difficoltà, a partire dall’assenza del pubblico in sala e alle rigorose misure anticovid che hanno portato ad alcune scelte in parte snaturanti dell’evento, Amadeus è riuscito ugualmente a far decollare tutte e cinque le serate anche nel 2021, affiancato da ospiti, su tutti Achille Lauro, anche loro amati da un pubblico giovane e poco incline al Festival fino a queste ultime edizioni.

È stato durante la recente conferenza stampa per la presentazione di Arena ’60 ’70 ’80, doppia serata- evento che vedrà la sua conduzione, che Amadeus ha lasciato intravedere uno spiraglio verso una sua probabile terza direzione artistica della kermesse canora più importante d’Italia.

L’unica condizione posta al momento dallo showman perché possa tornare sul palco dell’Ariston, è che si tratti davvero di un Festival della rinascita, senza divieti e senza restrizioni, che si riavvicini davvero al pubblico, soprattutto al pubblico in sala:

“È sempre un onore, un prestigio, ma deve essere all’altezza, si devono creare le condizioni per una manifestazione che non sia inferiore a quella passata.

Potrebbe interessarti: Sanremo, Amadeus presenta AmaSanremo
Io ho un rapporto splendido con la Rai e con il direttore di Rai Uno Coletta e il vice direttore Fasulo, con cui ho condiviso due Festival importanti e particolari.

Ne stiamo parlando, loro sanno che lo farei se fosse un Festival importante, della rinascita, che avremmo già potuto fare.”

Amadeus: pronto per il terzo Sanremo?ultima modifica: 2021-07-03T10:00:43+02:00da vita-vip
Reposta per primo quest’articolo