Sean Penn contro i no vax

Sean Penn

Secondo l’attore californiano il vaccino anti Covid dovrebbe essere reso obbligatorio. «Esattamente come è obbligatorio accendere i fari dell’auto quando fa buio», ha commentato.

Che Sean Penn non fosse una persona da posizioni moderate lo si sapeva da un pezzo. Intervistato nel weekend da Michael Smerconish, giornalista del canale televisivo CNN, l’attore, regista e produttore californiano, 61 anni, ha raccontato di aver abbandonato il set della serie «Gaslit» al quale stava lavorando con Julia Roberts, tra gli altri, perché alcuni membri del cast e della troupe non erano stati vaccinati.

Il suo punto di vista sui vaccini? «Dovrebbero essere resi obbligatori esattamente come è obbligatorio accendere i fari dell’auto quando fa buio».

Ancora, Sean Penn ha aggiunto che dal suo punto di vista non essere vaccinati «equivale ad andare in giro a puntare una pistola in faccia a qualcuno». L’artista, due volte padre, ha fatto sapere di avere intenzione di tornare a recitare sul set «solo e soltanto quando il 100% della troupe sarà vaccinata. Non essere vaccinati significa minacciare il lavoro e le vite umane», ha concluso Sean Penn, unendosi al coro di star che si sono espresse in favore dei vaccini a tappeto, da Sharon Stone a Jennifer Aniston.

Sean Penn contro i no vaxultima modifica: 2021-08-24T07:30:19+02:00da vita-vip
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment