Sanremo Giovani: formula rinnovata per la prossima edizione, ecco le novità

Sanremo Giovani

Sanremo Giovani per l’edizione 2022 si rivoluziona un po’ ed al contrario degli scorsi anni i giovani non si contenderanno la vittoria al Festival di Sanremo in una gara parallela, ma direttamente nella serata evento che andrà in onda a dicembre.

I due vincitori avranno così diritto ad accedere direttamente alla gara dei big, un po’ come successo a Mahmood un po’ di anni fa quando nel giro di pochi mesi riuscì a trionfare sia a Sanremo Giovani, che al Festival di Sanremo.

Ma questa ovviamente non sarà l’unica novità. Come si legge sul sito della Rai, oltre all’accesso nella categoria big dei due giovani vincitori, è stata modificata anche l’età dei cantanti: “gli artisti dovranno aver compiuto 16 anni alla data dell’1 gennaio 2022 e non dovranno altresì aver, alla stessa data, festeggiato il 30° compleanno (quindi il limite massimo sarà 29 anni compiuti)“. E ancora, “i 30 artisti selezionati che accederanno alle audizioni dal vivo (più i vincitori di Area Sanremo) dovranno provvedere a far pervenire alla Commissione Musicale un brano diverso da quello utilizzato per Sanremo Giovani, che, in caso di vittoria, presenteranno a febbraio nella 72ª edizione del Festival di Sanremo“.

Sanremo Giovani, il commento di Amadeus
Gli artisti che potranno ambire alla vittoria saranno 30, ma solo 12 arriveranno nella serata evento di dicembre: 8 selezionati dalla commissione musicale capitanata dal direttore artistico (Amadeus) ed i restanti 4 tra i vincitori del contest Area Sanremo.

“Sarà anche quest’anno una bella sfida e anche un privilegio scoprire e scovare degli artisti emergenti – ha commentato soddisfatto Amadeus – da lanciare e valorizzare nella diretta su Rai1 di dicembre. La musica italiana vive un momento di grande vitalità e come sempre la Rai è dalla parte degli artisti e dei giovani”.

Sanremo Giovani: formula rinnovata per la prossima edizione, ecco le novitàultima modifica: 2021-09-15T11:15:53+02:00da vita-vip
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment