Eleonoire Casalegno choc: “La notte in cui Omar Pedrini ha rischiato di morire”

Eleonoire Casalegno choc

Elenoire Casalegno si lascia andare a confessioni inedite a proposito della relazione con Omar Pedrini, l’ex compagno. Lo fa nel nuovo appuntamento sul Nove con le interviste senza filtri di Peter Gomez alla Confessione. L’attrice sarà ospite venerdì 5 novembre, come sempre dopo il live di Fratelli di Crozza, sul canale visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

La conduttrice racconta un evento difficile da dimenticare legato alla storia d’amore durata sette anni, tra il 2002 e il 2009, con l’ex leader dei Timoria Omar Pedrini. Di come affrontò quella notte, nel giugno 2004, quando il suo compagno subì quel primo intervento al cuore e lei, letteralmente, gli salvò la vita, caricandolo a forza in auto e portandolo in ospedale, nonostante dall’esterno le condizioni non apparissero così gravi. Sono anni che Pedrini convive con dei seri problemi al cuore. Il primo malore fu proprio quello del 2004 e fu anche il peggiore, come ha più volte raccontato: “Ho rischiato di morire. Ho una spada di Damocle sulla testa”. A salvarlo fu il dott. Di Bartolomeo, che da allora lo segue.

“Una sera lui rimase sveglio per scrivere un articolo, io andai a dormire – ricorda Elenoire – Mi svegliai la mattina lo trovai esattamente come la notte, vestito ancora con tanto di scarpe, maglione. E lui mi raccontò che, rimanendo sveglio, gli era venuta fame e, dopo aver mangiato un po’ di bresaola e bevuto un po’ di birra, aveva iniziato ad avere grandi dolori allo stomaco”.

“Quindi pensai immediatamente a una congestione – prosegue l’ex modella – In farmacia gli misurarono la pressione ed era perfetta, gli diedero delle pastiglie. Tornammo a casa e mangiò un riso in bianco e si mise a dormire. Dopo circa un’oretta, andai in camera e lo vidi dormire. A quel punto iniziai a svegliarlo e lui non voleva svegliarsi – prosegue l’attrice – A un certo punto aprì gli occhi e disse: ‘Sono stanco, lasciami dormire'”.

A quel punto Elenoire si accorge che sta accadendo qualcosa di veramente grave: “Dissi: ‘no, no, scendi giù dal letto’. Lo tirai giù di forza, insomma è un uomo di un metro e novanta, non proprio piccino e leggiadro. Lo vestii, lo caricai in macchina e corsi immediatamente in ospedale. Lui non voleva”. Una volta arrivati, dopo l’ecocardio dissero: ‘Signora, bisogna immediatamente operarlo’. Aveva un aneurisma aortico. Arrivò il medico e mi disse: ‘Signora glielo dico con molta onestà: all’80% muore, al 20% si salva”. Uscì dopo sette ore di intervento e mi dissero: ‘Ce l’abbiamo fatta, adesso è in rianimazione”.

“Miracolo, gli hai salvato la vita”, commenta il conduttore. “Questa è la storia”, conclude Elenoire.

Eleonoire Casalegno choc: “La notte in cui Omar Pedrini ha rischiato di morire”ultima modifica: 2021-11-05T06:00:30+01:00da vita-vip
Reposta per primo quest’articolo

Add a Comment